Teramo. “LA COLPA E’ DEI GRANDI ?” 23 Gennaio 2013 Ore 21 TEATRO COMUNALE Teramo

16 Gennaio 2013 23:170 commentiViews: 56

LA COLPA E’ DEI GRANDI ?”

23 Gennaio 2013 Ore 21
TEATRO COMUNALE
Teramo

Finalmente un POP MUSICAL per tutta la famiglia!  Grandi e piccoli al centro di un’opera nuova, che sa parlare con la lingua di oggi e con la musica più attuale nelle sue multiformi espressioni (dalla ballata pop, al rock, al rap).

La colpa è dei grandi?”, opera totalmente inedita, narra, con un linguaggio contemporaneo, di un gruppo di ragazzini, dei loro sogni, dei loro disagi non espressi, di quella galassia di sofferenze interiori non dichiarate, dietro la quale spesso si fa scudo anche il bullo di turno.

Per la prima volta in un musical  cinque protagonisti davvero adolescenti (già noti al mondo dello spettacolo per aver preso parte a film, fiction RAI e MEDIASET e a talent come TI LASCIO UNA CANZONE) : Federico  inganni, Angelica Cinquantini, Sarah Schlingensiepen, Francesco Esposito e il teramano Gianmarco Colucci – che  portano  personaggi  con un preciso profilo psicologico, con un vissuto  in cui tanti loro coetanei potranno riconoscersi e identificarsi. Le loro storie porteranno a ragionare sulla realtà odierna della famiglia ,  facendo aprire un piccolo sipario nella coscienza di tutti gli spettatori.

A scuola un alunno cade dalle scale, il suono di un’ambulanza si confonde col vociare degli astanti: Cosa è successo? sarà stato un incidente? Forse qualcuno lo ha spinto? Forse è stato Matteo.

Matteo è il bullo della scuola ma prima di tutto è un ragazzo di 14 anni con una famiglia particolare alle spalle. La sua storia si intreccerà con quella di Micol: la più timida del gruppo che suona il violino per volere della mamma ma che nasconde una vera anima rock: con quella di Lara, strafottente e sicura di sé, ben attenta a non mostrare mai le lacrime, e con quella di Alessio, il mago dei videogames, sempre rinchiuso nel suo mondo virtuale, forse perché Super Mario è l’unico che lo ascolta davvero.

Sin dal primo minuto questo spettacolo ci porrà davanti a un difficile interrogativo: “Di chi è la colpa?”  La colpa di quei comportamenti che si traducono nel disagio adolescenziale?  Una tematica più che attuale, che viene affrontata con il giusto equilibrio, tra momenti divertenti e momenti di coinvolgente riflessione.

Con estrema facilità si tende ad attribuire la responsabilità agli adulti, alle carenze del sistema educativo, ma il quadro è ben più complesso ed è in gran parte determinato da dinamiche sociali più ampie nelle quali anche l’adulto si trova ingabbiato, risentendo di condizionamenti che orientano le sue scelte e i suoi comportamenti. Così la famiglia è l’ambiente in cui si riflettono inevitabilmente le incongruenze e le discrasie di una società alla deriva.

E mentre in scena si dispiegherà la vita vera, le canzoni riveleranno il cuore, l’universo del “non detto” che  si cela dietro il comportamento di ciascuno di noi, e le coreografie sapranno dipingere stati d’animo, ricreare ambienti ora reali ora ideali ed esaltare l’energia “giovane” che anima l’intero spettacolo. Infine, una sorta di onirico tribunale vedrà grandi e piccoli fronteggiarsi per testare concretamente la possibilità di una costruttiva e risolutiva conciliazione. Una commedia musicale, brillante e vivace indirizzata a un pubblico eterogeneo, soprattutto alle famiglie, ai ragazzi e a tutti coloro pronti a mettersi in gioco davanti a un gruppo di adolescenti.

In una società, la nostra, dove le parole sono sprecate, spesso false, cancellate e distrutte nel loro significato, crediamo sia utile ascoltare la voce dei ragazzi, perché a volte il bullismo fa paura anche ai bulli.

Prevendite: http://www.teatrobrancaccio.it/acquista-on-line/42-la-colpa-e-dei-grandi.html

CAST ARTISTICO

Federico Inganni                       MATTEO

Angelica Cinquantini                  MICOL

Francesco Esposito                 ALESSIO

Sara Schlingensiepen                LARA

Gianmarco Colucci                   GIULIO

Stefania Fratepietro                  ADRIANA

Paola Lavini                              Prof.ssa CORSETTI

Mariangela Aruanno                  GABRIELLA

Michele De Maria                     ALDO

Silvia Cuccovillo                       CARLA

Luca Cannizzo                          MARIO

Produzione                                                      Mediafutura, Carlo Piergiovanni, Gianni Salzano

Regia                                                              Mauro Mandolini

Autori                                                            Donatella Brocco, Serena Costantini, Mauro Mandolini

Autore Testi e Musiche                                    Davide Misiano

Collaborazione alla scrittura musicale   Massimiliano Barbaliscia

Musiche di apertura e di scena             Massimo Gangalanti

Vocal Director                                                 Gabriella Scalise

Coreografie                                                     Cristina Gangalanti

Arrangiamenti                                                  Giorgio Costantini

Scene e Costumi                                             Nadejda Avrionova

Assistente alla Regia                                        Donatella Brocco

Produttore Esecutivo                                       Stefano Lamberini

Foto                                                               Barbara Gravelli

Grafica                                                            Claudio Formica

Lighting Designer                                             Pierangelo Verrone

Soung Engineer                                               Emiliano Esposti

Service Audio e Luci                                       FlyngService

CORPO DI BALLO Vincenzo Battista, Alex Botta, Gian Maria Giuliattini, Karin Foschetti, Romina Zadi

LA VOCE DEL TELEGIORNALE è di Ugo Francica Nava

—————————————————————————————————————————————————

PRESSBOOK

MEDIAFUTURA

CARLO PIERGIOVANNI GIANNI SALZANO

PRESENTANO

Regia di Mauro Mandolini

CAST ARTISTICO (IN ORDINE DI IMPORTANZA)**

Federico Inganni                       MATTEO

Angelica Cinquantini                 MICOL

Francesco Esposito                 ALESSIO

Sara Schlingensiepen                LARA

Gianmarco Colucci                   GIULIO

Stefania Fratepietro                  ADRIANA

Paola Lavini                              Prof.ssa CORSETTI

Mariangela Aruanno                  GABRIELLA

Michele De Maria                     ALDO

Silvia Cuccovillo                       CARLA

Luca Cannizzo                         MARIO

CAST TECNICO

Produzione                                                      Mediafutura, Carlo Piergiovanni, Gianni Salzano

Regia                                                              Mauro Mandolini

Autori                                                             Donatella Brocco, Serena Costantini, Mauro Mandolini

Autore Testi e Musiche                                    Davide Misiano

Collaborazione alla scrittura musicale   Massimiliano Barbaliscia

Musiche di apertura e di scena             Massimo Gangalanti

Vocal Director                                                                        Gabriella Scalise

Coreografie                                                                            Cristina Gangalanti

Arrangiamenti                                                                         Giorgio Costantini

Scene e Costumi                                                                     Nadejda Avrionova

Assistente alla Regia                                                               Donatella Brocco

Produttore Esecutivo                                                              Stefano Lamberini

Foto                                                                                       Barbara Gravelli

Grafica                                                                                   Claudio Formica

Lighting Designer                                                                    Pierangelo Verrone

Soung Engineer                                                                       Emiliano Esposti

Service Audio e Luci                                                               FlyngService

CORPO DI BALLO

Vincenzo Battista, Alex Botta, Gian Maria Giuliattini, Karin Foschetti, Romina Zadi

LA VOCE DEL TELEGIORNALE è di Ugo Francica Nava

Biografia Regista

MAURO  MANDOLINI

Attore, regista e autore teatrale. Come attore ha recitato con registi come Gabriele Lavia, Giancarlo Cobelli, Anatoly Vasiliev. Attualmente è impegnato con Glauco Mauri in una tournée che attraversa i più prestigiosi teatri italiani. Come autore ha rappresentato, all’interno di un workshop europeo ad Edimburgo, i nuovi drammaturghi italiani. Ha all’attivo più di venti regie e negli ultimi anni ha diretto il duo comico Lillo e Greg negli spettacoli teatrali, campioni d’incasso, “Intrappolati nella commedia” e “L’uomo che non capiva troppo”.

NOTE DI REGIA

Adolescenti e adulti.

Il senso di appartenenza (il gruppo) dei giovani e le istituzioni dei grandi (la famiglia, la

scuola).

Lo slancio dei sentimenti in fiore da una parte, i rapporti scontati, impolverati, se non

addirittura, falliti dall’altra.

Alzi la mano chi non ha vissuto o ignora completamente il senso di parole come amicizia, amore,

famiglia, scuola. Immagino tutti a mani conserte, dai bambini ai nonni. Giustamente: sono gli

elementi fondanti di ogni singolo individuo, direi di ogni società. Queste stesse caratteristiche

sono alla base della nostra storia, che abbiamo arricchito di canzoni e coreografie e che abbiamo

voluto battezzare: Pop Comedy. Così i ragazzi e gli adulti della platea si specchieranno nei ragazzi

e negli adulti sul palcoscenico. Una vicenda coinvolgente ed empatica che abbiamo collocato,

allontanando ogni riferimento scenografico che conducesse al più scontato naturalismo, in un luogo

che potesse ricordare dei giocattoli: le costruzioni colorate, i castelli dei parchi giochi o i

componibili. Giochi che attraversano tutte le generazioni e appartengono alla memoria di ognuno. Con la fantasia, come quando si gioca da bambini, un non luogo diventerà spazio definito e

riconoscibile. Buon divertimento.

Mauro Mandolini

SINOSSI dello spettacolo

Finalmente un POP MUSICAL per tutta la famiglia!  Grandi e piccoli al centro di un’opera nuova, che sa parlare con la lingua di oggi e con la musica più attuale nelle sue multiformi espressioni (dalla ballata pop, al rock, al rap).

“La colpa è dei grandi?”, opera totalmente inedita, narra, con un linguaggio contemporaneo, di un gruppo di ragazzini, dei loro sogni, dei loro disagi non espressi, di quella galassia di sofferenze interiori non dichiarate, dietro la quale spesso si fa scudo anche il bullo di turno.

Per la prima volta in un musical  cinque protagonisti davvero adolescenti ( gia’ noti al mondo dello spettacolo): Federico  inganni, Angelica Cinquantini, Sarah Schlingensiepen, Francesco Esposito,  Gianmarco Colucci – che  portano  personaggi  con un preciso profilo psicologico, con un vissuto  in cui tanti loro coetanei potranno riconoscersi e identificarsi. Le loro storie si intrecciano con quelle dei “grandi” e  porteranno a ragionare sulla realtà odierna della famiglia ,  facendo aprire un piccolo sipario nella coscienza di tutti gli spettatori.

Sin dal primo minuto questo spettacolo ci porrà davanti a un difficile interrogativo: “Di chi è la colpa?”  La colpa di quei comportamenti che si traducono nel disagio adolescenziale?  Una tematica più che attuale, che viene affrontata con il giusto equilibrio , tra momenti divertenti e momenti di coinvolgente riflessione.

Con estrema facilità si tende ad attribuire la responsabilità agli adulti, alle carenze del sistema educativo, ma il quadro è ben più complesso ed è in gran parte determinato da dinamiche sociali più ampie nelle quali anche l’adulto si trova ingabbiato, risentendo di condizionamenti che orientano le
sue scelte e i suoi comportamenti. Così la famiglia è l’ambiente in cui si riflettono inevitabilmente le incongruenze e le discrasie di una società alla deriva.

E mentre in scena si dispiegherà la vita vera, le canzoni riveleranno il cuore, l’universo del “non detto” che  si cela dietro il comportamento di ciascuno di noi, e le coreografie sapranno dipingere stati d’animo, ricreare ambienti ora reali ora ideali ed esaltare l’energia “giovane” che anima l’intero spettacolo.
Infine, una sorta di onirico tribunale vedrà grandi e piccoli fronteggiarsi per testare concretamente la possibilità di una costruttiva e risolutiva conciliazione.

Sono maleducati, viziati, violenti, prepotenti, terribili, questo si dice dei giovani d’oggi. E pensare che i genitori li vorrebbero servizievoli, educati e intelligenti.

Ma come fare? Come coniugare il lavoro, la carriera, gli hobby, le cene aziendali…con i figli?

Educare richiede davvero molto tempo materiale, un tempo che spesso non c’è, allora al mattino si passa l’onere alla scuola e una volta rincasati c’è internet ad insegnare ai nostri ragazzi come si vive. Ecco la situazione reale di molti giovani al giorno d’oggi.

Questa commedia musicale, brillante e vivace, è indirizzata a un pubblico eterogeneo, soprattutto alle famiglie, ai ragazzi, alle scuole e a tutti coloro pronti a mettersi in gioco davanti a un gruppo di adolescenti.

La storia narra, con un linguaggio contemporaneo, ironico e spesso comico, di un gruppo di ragazzini, dei loro sogni, dei loro disagi non espressi, di quella galassia di sofferenze interiori non dichiarate, dietro la quale spesso si fa scudo il bullo di turno.

A scuola un alunno cade dalle scale, il suono di un’ambulanza si confonde col vociare degli astanti: Cosa è successo? sarà stato un incidente? Forse qualcuno lo ha spinto? Forse è stato Matteo.

Matteo è il bullo della scuola ma prima di tutto è un ragazzo di 14 anni con una famiglia particolare alle spalle. La sua storia si intreccerà con quella di Micol: la più timida del gruppo che suona il violino per volere della mamma ma che nasconde una vera anima rock: con quella di Lara, strafottente e sicura di sé, ben attenta a non mostrare mai le lacrime, e con quella di Alessio, il mago dei videogames, sempre rinchiuso nel suo mondo virtuale, forse perché Super Mario è l’unico che lo ascolta davvero.

Sin dal primo minuto questo spettacolo, unico nel suo genere, ci condurrà davanti a un difficile interrogativo: di chi è la colpa? La colpa di quello che oggi chiamiamo “bullismo”?

Una tematica più che attuale, affrontata con il giusto equilibrio tra serietà e ironia.

I giovani protagonisti ci porteranno a riflettere sul complesso universo adolescenziale e, attraverso le loro storie,  si aprirà un piccolo sipario nella coscienza di tutti gli spettatori.

In una società, la nostra, dove le parole sono sprecate, spesso false, cancellate e distrutte nel loro significato, crediamo sia utile ascoltare la voce dei ragazzi, perché a volte il bullismo fa paura anche ai bulli.

Attori che giustificano la presenza nel PRESSBOOK

FEDERICO INGANNI : MATTEO

-Protagonista nei panni di “Marcellino Pane e vino” nel musical “il miracolo di Marcellino” Teatro Sistina di Roma, regia Riccardo Trucchi

-Primo classificato categoria “cantattore” nel concorso canoro nazionale “Il Girodoro”

-Ruolo nella fiction “Fratelli detective” Canale 5 regia di Rossella Izzo

-Ruolo nel film “Immaturi” regia Paolo Genovese (Medusafilm)

-Cast “Ti lascio una canzone” 2010 RAI 1

ANGELICA CINQUANTINI : MICOL

-Protagonista nei panni di piccola Alice nel musical “Alice

nel paese delle meraviglie” regia Cristian Ginepro

-Ruolo nella fiction Cesaroni 3 e 4

-Ruolo nella fiction Medicina Generale 2

-Ruolo nella fction “Il mistero del lago”

-Ruolo nella fiction ” Quo vadis baby”

-Ospite”ti lascio una canzone 2010”

SARA SCHLINGENSIEPEN  : LARA

-Ospite fissa tour Marcello Cirillo

-Cast “Ti lascio un canzone” 2010 RAI 1

-Prima classificata premio Mia Martini 2011

FRANCESCO ESPOSITO: ALESSIO

-Cast “Ti lascio una canzone 2010” RAI 1

GIANMARCO COLUCCI: GIULIO

Attori adulti che giustificano la presenza nel PRESSBOOK

STEFANIA FRATEPIETRO: ADRIANA

Studia canto, danza e recitazione con i più quotati insegnanti in Italia e a Londra. Il suo primo musical è Say Way di M. Bellucci, ma il vero debutto è nel 1999 in Grease con L. Cuccarini e G. Ingrassia. Sempre sotto la direzione di Saverio Marconi dal 1999 al 2002 è Ermengarda in Hello Dolly con L. Goggi e P. Ferrari. Nel ’02/’03 è con G. Guidi e M. Baccarini in Promesse Promesse regia J. Dorelli. Dal ’03 al ’05 è la protagonista femminile (Serena Kats) del musical Fame-Saranno Famosi prod. Artistica regia Perego-Saccomandi, con cui nel 2004 vince l’ambito premio IMTA (Italia Musical Theatre Awards) come migliore protagonista femminile. Sempre nel ’04 è la protagonista di Tutte le donne di Bob di R. Padovano. Nel ’05 è la cantante del Centrale-Risto-Theatre in Roma. Nel ’06 è Francesca in Paolo e Francesca di R. Avallone, ancora nel ’06 dà la voce a Pinky e Pandora in Geronimo Stilton Super Show prod Promnibus regia Gino Landi. Sempre con Landi è Mercedes ne Il Conte di Montecristo di R. Steiner e F. Marchetti. Nella stagione ’06/’07 è in tournée con Gastone con M. Venturiello e Tosca. Tra il 2007 e il 2011 è Beatrice ne La Divina Commedia di M. Frisina. 2008 riceve i premi Sogni di Provincia (Savona) e Premio Dei Leoni (città di Albenga e UCAI). Tra il ’07 e il ’11 è Penelope nel Odysseus di Dino Scuderi e Renato Greco, Rosetta nel Rugantino di G. Landi e R. Greco e nel cast de Il Principe della Gioventù di Riz Ortolani regia Pier Luigi Pizzi. Dal ’09 al ’11 è Jennyanydots in Cats della Compagnia della Rancia regia di S. Marconi e D. Ezralov e sempre nel 2011 è la protagonista Carlotta del musical The Mission musiche Ennio ed Andrea Morricone regia S. Genovese prod. Celestini/Del Rio che ha debuttato in Febbraio 2011 a Seoul. Nel 2011 è Floria Tosca nella versione teatrale de La Tosca di Luigi Magni produzione Teatro Greco, regia L. Magni. 2011-2012 per MediterrArea è produttrice e interprete insieme a Luca Notari di Ciao Amore Ciao Tenco e Dalidà tra musica e amore, spettacolo nato da una loro idea e scritto e diretto da Piero Di Blasio. 2011-2012 Salvatore Giuliano musical di D. Scuderi con G. Ingrassia e B. Cola. 2012 è Lady Mac Duff nel Macbeth di M. Petronio al Teatro Sistina di Roma. Sempre nell’estate del 2012 è Giunone nell’opera “Roma i Gemelli Leggendari”di S.Martino e E.Sebastiano regia M.Simeoli prod. G.Salzano.

PAOLA LAVINI: PROF.SSA CORSETTI
Paola Lavini si forma all’Acc. D’arte Dramm. della Calabria ed alla Scuola americana di musical BSMT di Bologna. Lavora nell’operetta e nella prosa ed è  protagonista di diversi musical e commedie musicali della Compagnia della Rancia di Saverio Marconi – Fabrizio Angelini (“Bulli e pupe“e “Nunsense – il musical delle suore“, “Boccadoro the traveller” ) e di M.R.Piparo (“La febbre del Sabato sera“ con Rocky Roberts ed anche con il cast di “Ballando con le stelle” per la Ballandi, “Evita“,“Jesus Christ Superstar“), “Ottocento” di Franco Battiato, “Pippicalzelunghe” di Gigi Proietti del teatro di Roma.  Nel 2010 è in tournée  con “I promessi sposi “ di Michele Guardì nel ruolo di Agnese (coprotagonista), in onda prime-time su RAI 1(debutto allo stadio di San Siro). E’ Maria nel musical “Quanti amori” di E.Tartaglia per la Mitar Group con le canzoni di Gigi D’Alessio.

Si esibisce come solista con diverse band ed in diversi generi. Ultimo concerto: a Modena per Rock No War di Paolo Belli con Luca Carboni. Al cinema: sta girando un film da coprotagonista a Matera con Placido,Sebastiano Somma , ha appena girato “Luna rossa” in Marocco , cast internazionale in veste di attrice e cantante,“Corpo Celeste” (co-produzione francese) di Alice Rohrwacher (miglior film italiano del 2011, Festival di Cannes , Nastri d’argenti, David di Donatello e tanti riconoscimenti nazionali ed internazionali), la commedia “Napoletans” di L. Russo con M.Casagrande, “Una donna per la vita” di M. Casagrande firmato Mitar Group in post-produzione,  “Uno su due” di E. Cappuccio, “il figlio più piccolo” e partecipazioni in altri numerosi film di Pupi Avati,  “Il regista di matrimoni“ di M.Bellocchio , “Scusa ma ti chiamo amore” di F. Moccia, “Sanguepazzo” di Marco Tullio Giordana con cui va a Cannes, “No problem” di V. Salemme , “I mostri oggi” di Oldoini e “La doppia ora “di G.Capotondi  (mostra del cinema di Venezia), “Balletto di guerra”. Poi le fiction “Roma” (in inglese, produzione USA) , “Gente di mare”; “Lucia” e “La provinciale” con S.Ferilli di P. Pozzessere, “Nati ieri” di Miniero-Genovese, “Carabinieri” di S.Martino-R.Mertes, “La squadra”, “Il commissario De Luca” di A. Frazzi, “Vita da paparazzo” di P.Pingitore, “Don Zeno” di G.Calderone,“Quo vadis baby” di Guido Chiesa, “RIS 5” , “Fratelli Benvenuti”  con M.Boldi, “Boris”,  “Due mamme di troppo” (L’amore non basta quasi mai) di Antonello Grimaldi. In post-produzione “Che Dio ci aiuti”,  accanto ad Elena Sofia Ricci.

E’ responsabile sezione canto ed in giuria al Festival Internazionale teatrale di Casablanca, Marocco

MARIANGELA ARUANNO: GABRIELLA

2012: E’ nel cast di SISTER ACT per la regia di Carline Brouwer, musiche di Alan Menken, presso il Teatro Nazionale di Milano, prodotto da Whoopi Golberg & Stage Entertainment.

2009 – 2011 : E’ Beatrice nella DIVINA COMMEDIA L’OPERA, con debutto all’Arena di                                                                                                                 Verona, per la regia di Maurizio Colombi e Manolo Casalino, musiche di Marco Frisina……………

2010: E’ nel cast di TANGO MUSICAL DRAMA, scritto da Daniela Marazita, per la regia di Adolfo Marazita, con il quartetto musicale The Bump.

2008 – 2009: E’ nel cast di MARIA DI NAZARETH il musical, con debutto presso l’Aula Paolo VI in Vaticano, per la regia di Maria Pia Liotta, musiche del maestro Stelvio Cipriani.

2009: E’ nel cast della commedia musicale NOI FIGLI DELLE STELLE, per la regia di Adolfo e Daniela Marazita.

2008: E’ Maria in  WEST SIDE JAZZ STORY (con orchestra live jazz), per la regia di Adolfo e Daniela Marazita.

2006-2008: Fa parte delle produzioni teatrali:

LA NEVE ARRIVA QUANDO MENO TE L’ASPETTI, scritto e diretto da Cesare Vangeli.

SIGNORI E SIGNORE SI VA IN SCENA: scritto e diretto da Gianluca Ferrato e Rossana Casale presso il teatro Italia di Roma.

TUTTI PAZZI PER IL MUSICAL: scritto e diretto da Adolfo Marazita.

2005 e 2008: E’ nel cast del TIP TAP SHOW, per la regia di Cesare Vangeli, presso i teatri Sistina e Italia di Roma.

2004: Fa parte dello commedia musicale LA PUGLIA RACCONTA, per la regia di Gino Landi.

MICHELE DE MARIA: ALDO

– MADAMA BUTTERFLY di G.Puccini. Libretto di Illica – Giacosa. Regia di Renzo Giacchieri.  Torre del Lago.  (Mimo)

– CALDERON di P.P.Pasolini. Regia di Aldo Rostagno. Campi Bisenzio  (FI)

– LETTURE DANTESCHE a cura di Orazio Costa – Firenze

– LA SIGNORA ROSA di Sabatino Lopez.  Regia di Wanda Pasquini.  Firenze

– NERO di Giancarlo Quiriconi.  Regia di Pietro Bartolini.  Firenze

– QUASI COME A BROADWAY da PROIBITO di T. Williams. Regia di Umberto di Gioacchino.  Firenze

– IL CANARINO MUTO di G.R.Dessaignes. Regia di Claudio Ascoli.  Firenze

– CHILLE, FIRENZE, LA NOTTE  AA.VV.  Regia di Claudio Ascoli.  Firenze

– I MISTERI DELL’AMORE di Roger Vitrac.  Regia di Claudio Ascoli.  Firenze

– BECKETT da TEATRO II e COMPAGNIA di S. Beckett.  Regia di Claudio Ascoli.  Firenze.

– AS YOU LIKE IT di W.Shakespeare.  Regia di Pietro Bartolini.  Firenze.

ROMEO E GIULIETTA (Musical) da W. Shakespeare. Spoleto (Pg)

Musica e regia di Ellen Stewart.  (La MaMa  E.T.C.  New York).

– MEGALOMANIA (Musical)  Regia di M. Hass.  Roma

– I SALTIMBANCHI ECC. di Clement Pansaers. Regia di Claudio Ascoli. Firenze

CHILLE RIEN NE VA PLUS di E.Malespine-R.Vitrac-M. de Guelderode.  Regia di Claudio Ascoli.  Firenze

– LA ROUNTALA di P.A.Birot.  Regia di Claudio Ascoli

– IL FERRO di G. d’Annunzio. Regia di Aurelio Pierucci.  Firenze

– IN PRINCIPIO – Drammaturgia collettiva sui sette giorni della Creazione. Regia di Luigi Maria Musati.  (Italia, Spagna, Argentina, Nuova Zelanda, Israele, Canada, Sud Africa, U.S.A.)

– EASY (Musical)  Regia di Andrea Paciotto – Mia Yoo  (La MaMa E.T.C.)             Spoleto.

– CALDERON di P.P.Pasolini. Regia di Domenico Polidoro.  Roma.

– I SETTE A TEBE da Eschilo.  Regia di Francesco Manetti.  Montevarchi  (Ar)

– IL PROCESSO da F.Kafka. Regia di Domenico Polidoro.   Roma

– REQUIEM PER UNA MONACA di W. Faulkner. Regia di G.Greco. Roma

– IL RE DEL GUARDAROBA da H.C.Handersen.  Regia di Filippo d’Alessio.   (Teatro ragazzi)  Roma.

– LA DODICESIMA NOTTE di W. Shakespeare. Regia di Lorenzo Salveti.               Teatro Stabile d’Abruzzo

PROCESSO PER MAGIA da Apuleio di Madaura. Regia di Vito Molinari.           Torino Spettacoli

– UNA SERATA AL CAFE’ CHANTANT di N.Fiore.Regia d Denny Cecchini.

– LA NOTTE DI CASSANDRA di AA.VV. Regia di P.A.Ossorio, N.Guidotti,  P.Saavedra. Teatro Stabile d’Abruzzo – Istituto Teatro del Mediterraneo

ARDEN DI FEVERSHAM di Anonimo Elisabettaiano Regia di Agnese Cornelio

– LE NOZZE DI KRECINSKIJ di A.Sukovo-Kobilin Regia di Irene Mattioli-Tommaso Rossi- Goriana Ducic

– WOYZECK di Georg Buchner Regia di Luciano Colavero  C.R.T. – Milano

– PAGLIACCI di Ruggero Leoncavallo Regia di Liliana Cavani

– CICERONE-LA LINGUA PUGNALATA Drammaturgia collettiva -Progetto di Giorgio Albertazzi. Regia di  Andrea di Bari – Sergio Basile – Teatro di Roma

– LO STATO DEGLI HAMBLIN di Marco Andreoli Regia di M. Andreoli

– I CERCATORI DI TRACCE DI OSSIRINCO di T.Harrison Regia di Giovanni Greco. Teatro del Lido – Ostia

– PROMETEO INCATENATO di Eschilo. Regia di Claudio di Scanno. Teatro Stabile d’Abruzzo

– LA TEMPESTA di W. Shakespeare Regia di Memè Perlini  Compagnia Orazio costa – La Maschera

– LE BACCANTI di Euripide Regia di Luciano Colavero – Compagnia La Fiera

– RACCONTO D’INVERNO di W. Shakespeare Regia Francesco Manetti  Prod.  “The Company”

– IL REVISORE di N.Gogol Regia di Giovanni Scacchetti

– LA GUERRA DI PIRRO di E.Gentile Regia Sebastiano Nardone – ATAM

MACBETH di William Shakespeare, Regia di Gabriele Lavia

– IL MALATO IMMAGINARIO di Moliere, Regia di Gabriele Lavia

– I MASNADIERI di Friedrich Schiller, Regia di Gabriele Lavia

SILVIA CUCCOVILLO: CARLA

2011: Collabora con l’attore regista Maurizio Casagrande nell’allestimento “Noi…figli delle stelle”, produzione Compagnia Stabile del Musical di Adolfo Marazita;2011: inizia una collaborazione con il CUTAMC ,teatro dell’università di Bari, diretto da Marco De Santis;2010: intraprende una collaborazione teatrale e televisiva con l’attore e regista Nicola Pignataro;2010: entra nella compagnia “Arteinvolo”, diretta da Valeria Angeloro;2009: entra nella compagnia del “Piccolo Teatro Eugenio D’Attoma”, di Bari, diretta da Nietta Tempesta;2009: inizia una collaborazione, in qualità di attrice con l’attore e regista Andrea Cramarossa, allestendo spettacoli per bambini e non e partecipando a concorsi di tiratura nazionali;2009: inizia una collaborazione con l’associazione culturale Arteviva, in Turi, che le affida i corsi di recitazione, la scrittura e la regia dei vari allestimenti teatrali;2009: inizia una collaborazione con l’ ENDAS in qualità di coordinatrice del settore dell’arte e dello spettacolo;1996: entra nella “Compagnia stabile del musical”, diretta da Adolfo Marazita, con la supervisione artistica di Gino Landi;1996: con altri soci fondatori costituisce l’associazione culturale  “Teatro Osservatorio” in Bari, di cui fa tuttora parte;1995: inizia una stabile collaborazione con la scuola di danza “Danza Si” in Bitetto, che le affida la presentazione e l’allestimento teatrale degli eventi;

“Teatro Osservatorio”

“50 milioni… c’è da impazzire” (2011, regia di Francesco Casareale);“Agostina la piumina” (2010, soggetto di Anna De APalma, Silvia Cuccovillo e Marzia Colucci);“Io mi rifiuto” (2010, regia di Anna De Palma);“C’era una bambina con le sue scarpine blu”(2007, soggetto e regia di Silvia Cuccovillo);“Fiaba: Storia di Antonio e gli altri”(2005, regia di Alessandro De Giacomo);“Loving you until 11 september”(2004, regia di Alessandro De Giacomo); “Sweet Dorian suite”- by “Il ritratto di Dorian Gray” (2004, directed by Dario Frascella); “Di terra e di mare” (2002, regia Barbara De Palma);  “Hamlet” (2000, da Ameto di Shakespeare; regia di Alessandro De Giacomo); “Nel bel mezzo di una torrida estate. Gù. Un pesce fuor d’acqua” (1998, regia di Alessandro De Giacomo); “Giulio Cesare: L’umiltà è il primo gradino nella scala dell’ambizione”(1996, da Giulio Cesare di Shakespeare; regia di Vittorio Cosentino); “Lavori in corso” (1994, regia di Vittorio Casentino),  spettacolo di attualità che tocca i temi della mafia, dell’usura e del racket e che conta un centinaio di repliche sul territorio nazionale;“Compagnia Stabile del Musical” diretta da Adolfo Marazita “Tango musical drama” (2010, sceneggiatura di Daniela Marazita, regia di Enrico Ottaviano, allestimento musical Adolfo Marazita);

“Noi…Figli delle stelle” autrice e sceneggiatrice Silvia Cuccovillo – con Maurizio Casagrande (2009, regia di Enrico Ottaviano, supervisione e cosceneggiatrice Daniela Marazita, allestimento musical Adolfo Marazita, direzione artistica Gino Landi);“ West Side Jazz Story”(2008, direzione artistica Adolfo Marazita, regia di Daniela Marazita) – rivisitazione jazzistica dell’omonimo musical a cura dell’orchestra del maestro Paolo Lepore; “Tutti pazzi per il musical”(2006, diretto da Adolfo Marazita e Gino Landi).Associazione Culturale Arteviva – Turi (Bari)“Nelle migliori famiglie”, (2010), di Hart and Braddel: adattamento e regia Silvia Cuccovillo; “Natività”, (2009), scritto e diretto da Silvia Cuccovillo.Collaborazione con Andrea CramarossaLa principessa medusa”(2012), scritto e diretto da Andrea cramarossa; “ Le Baccanti” – (2009,  di Euripide), diretto da Andrea Cramarossa; vince il premio per la critica ad un concorso di tiratura nazionale.“Il re degli alberi” (2009), scritto e diretto da Andrea Cramarossa;Collaborazione con Nicola Pignataro:“Faccia di focaccia”(2010), soggetto di Silvia Cuccovillo con Anna De Palma, Barbara De Palma, Francesco Cucci; spettacolo sui disagi legati ad una cattiva alimentazione; “Piccolo Teatro Eugenio D’Attoma” – Bari:“Storielle di fine estate”(2012), scritto e diretto da nietta tempesta;“Jarche Jalde” (2012), diretto da Nietta Tempesta, con Pinuccio Sinisi e Annamaria Eugeni;“Creusa” (2010), scritto e diretto da Roberto Petruzzelli, con Nietta Tempesta;“Jarche Vasce” (2009), diretto da Nietta Tempesta, con Mario ManciniAssociazione culturale Arteinvolo – Bari “Il mago di Oz” (2011) regia di  Valeria Angeloro.CUTAMC-Teatro università di Bari“Chi ha ucciso Mary Poppins?” (2012), scritto e diretto da marco De Santis;“L’importanza di chiamarsi Ernest” (2011), da Oscar Wilde, diretto da marco de Santis;

Altre esperienze teatrali ed artistiche

2011:  inizia una collaborazione con la cantante jazzista Lisa Manosperti, entrando nel cast de “I ladri di favole”, di cui è autrice. Produzione Progetto Vallisa;2010: entra nel cast “Una valigia piena di soldi” scritto e diretto da Enrico Caruso per la Compagnia Mediterronia;2010: prende parte in qualità di attrice, all’allestimento di “Pierino e il lupo” con la direzione orchestrale del maestro Donato Semeraro;2009: consolida la collaborazione con il regista Antonio Minelli (Compagnia delle Vigne) nelle rievocazioni storiche in Puglia, partecipando al corteo di San Nicola di Bari, alla “Scamiciata” di Fasano, alla ricostruzione storica delle nascita della comunità di Alberobello e ad altri allestimenti di ugual natura;2009: entra nella compagnia di Leo Rutigliano, portando in scena “Non jè  pe le solde…ma jè pe le terreise”, regia di Leo Rutigliano;2009: inizia una collaborazione per la  rievocazione storica della Madonna del Pozzo – Capurso, come cantastorie, per la regia di Angela Agnusdei;2008: partecipa alla Notte Bianca – Taranto con la compagnia FURA DELS BAUS in qualità di danzatrice in sospensione aerea;2008: prende parte ad “HELL IN THE CAVE”, allestimento dell’Inferno di Dante presso le Grotte di Castellana per la regia di Enrico Romita e la coreografia di Elisa Barrucchieri;

2007: prende parte all’allestimento scenico per I festeggiamenti di San Nicola – Bari, per la regia di Mimmo Mongelli e Antonio Minelli;2007: inizia una collaborazione con Cantina Live di Gioia del Colle, in qualità di presentatrice e cabarettista; 2007: collabora con l’attore e regista Nico Siciliano, entrando nel cast di  “Cafè Chantant”;2004: animatrice artistica presso SEA WORLD – Bari.

Scrittura Creativa e regia (a partire dal 2007):

“I ladri di favole” (2011) di cui è autrice, produzione Progetto Vallisa; “Faccia di focaccia” (2010), di cui è coautrice.prodotto da Nicola Pignataro; “Nelle migliori famiglie”, (2010 Hart and Braddel), di cui cura riadattamento sceneggiatura e regia; prodotto da Arteviva; “Natività”, (2009), di cui è autrice, sceneggiatrice e regista; produzione Arteviva; “Noi…Figli delle stelle”, (2009), di cui cura soggetto e sceneggiatura con Adolfo e Daniela Marazita; prodotto da Compagnia stabile del musical; “C’era una bambina con le sue scarpine blu”, (2007), di cui cura soggetto e regia; produzione Teatro Osservatorio; premio per la miglior regia in occasione della rassegna FITA Teatro in Puglia.

DAVIDE MISIANO: Autore Musiche

Cantautore, si è distinto in concorsi di portata nazionale, lavora attualmente a un progetto inedito prodotto da Massimo Gangalanti, con la direzione vocale di Gabriella Scalise; insegnante di canto moderno, tiene stage sull’uso artistico della voce, e editor docente di “scrittura creativa”, collabora alla direzione artistica di importanti premi nazionali, segue in qualità di vocal coach compagnie di musical. Ha al suo attivo una lunga attivita’ concertistica in tutta Italia e lavora a un progetto di musica originale che accoglie influenze eterogenee (canzone d’autore, etnica, jazz, soul). Nel 2011 consegue il titolo internazionale di Master Teacher del metodo EVT Voicecraft.

Per questo musical ha scritto canzoni totalmente inedite, che spaziano tra i generi più diffusi della musica contemporanea: dalla ballata pop al rock, dal r&b al rap alla musica elettronica.
Comune denominatore dei brani che costituiscono l’universo sonoro di “La colpa è dei grandi?” è la modernità, la vicinanza programmatica al linguaggio musicale dei giovani, garantita dagli sperimentali arrangiamenti di Giorgio Costantini, musicista rinomato che vanta nella sua carriera importanti collaborazioni discografiche (da Michele Zarrillo a Tosca, Fiorella Mannoia, Renato Zero ecc.)

GABRIELLA SCALISE (VOCAL DIRECTOR)

La sua esperienza nel campo artistico vanta collaborazioni che vanno dalle produzioni teatrali a quelle televisive e discografiche .

Insegnante CCI del metodo “Estill Voice Training” cerificata da “Estill International” sede principale di Pittsburgh (U.S.A.).

Insegnante di tecnica vocale presso la scuola di “Amici di Maria de Fiippi “dal 2008 al 2011 dove si è occupata della direzione vocale di diversi Ep dei protagonisti del programma.

Insegnante di canto presso il “Conservatorio Luisa D’Annunzio “ di Pescara .

Lavora ad un suo progetto didattico “Professione Voce” nel quale si avvale di collaboratori professionisti del settore.

Docente con il Maestro” Vessicchio” su S-cool E-campus all’interno del portale Rosso Alice . Un progetto che comprende 80 lezioni di canto con ospiti illustri come Giorgia, Tiziano Ferro , Zarrillo ecc.

Collabora da anni con Maestri come Vessicchio, Pippo Caruso, Gianni Ferrio, Celso Valli, Fio Zanotti, Adriano Pennino, Jeoff Westley..

Relatrice con “L’Arte del doppiaggio cantato” al Symposium mondiale di Estill Voice Training tenuto a Roma a luglio 2011.

Relatrice con “Il doppiaggio parlato e cantato nei cartoons “al convegno diretto dal Prof. Fussi “Voce Cinema e Canto” a Forte dei Marmi il 23-25 settembre 2010.

Ha all’attivo circa 120 seminari in tutta Italia .

Una delle voci ufficiali della Walt Disney . Tra le sue partecipazioni: Tarzan&Jane con Phil Collins Chicken Little con Linda (versione originale interpretata da Patty Label e Joss Stone)

Bambi2 La carica dei 101Bolt High school musical Fantasma dell’opera e molti altri.

Tra le esperienze televisive : Interpreta il brano “Oggi sono io” accompagnata alla chitarra da Alex Britti durante una puntata di Amici. Sanremo 2007/2008 Vocalist Partecipa a diverse trasmissioni come “Millenium”, “Numero Uno”, “La canzone del secolo”.. Numerosi jingles e sigle televisive .

Ospite di Mario Biondi in concerto a Bari con “Omaggio a Carlo Alberto Rossi”

E’ presente nelle produzioni discografiche di Alex Britti , Amedeo Minghi, Alex Baroni.. Partecipa all’Mtv unplugged con Alex Britti e tour Europeo Britti- Bennato.

Tour teatrale con Amedeo Minghi. Partecipa al Dopo Festival 2008 con Elio e le Storie Tese e Giorgia

In teatro ,co-protagonista in qualità di cantante e attrice nella commedia musicale “Tegole e Fregole” con Riccardo Garrone e Miranda Martino, al Salone Margherita di Roma

Con la produzione del Sistina partecipa allo spettacolo “L’uomo che inventò la televisione “come solista con Pippo Baudo e Lello Arena , regia di Pietro Garinei , musiche di Claudio Mattone in tour al teatro Sistina di Roma , lo Smeraldo di Milano, Gran Guardia di Livorno , Augusteo di Napoli .

Protagonista nel ruolo di Esmeralda , curatrice della regia e direzione artistica nella rielaborazione di Franco Miseria di “Notre Dame “ all’interno del Chiostro di San Francesco a Sorrento .

CANZONI E TESTI

CANZONE MARIO.  “IL MIO LAVORO E’ QUI”

È tutto il giorno così

io li guardo giocare, flirtare, litigare

È tutto il giorno così

e a me sembra normale

Il mio lavoro è qui

tra tanta gente distratta che non vede

professori delusi, ragazzi svogliati,

trentenni disoccupati, vecchietti incazzati

E torno sempre qui

dove la vita m’insegue ogni istante

Il mio lavoro è qui

e a volte sembra importante

Ci sono storie in questo bar

c’è un mondo che non ha più età

la vita è qui

Mille scommesse in questo bar

che fuori nessuno saprà

io vivo qui

Ci sono vite in questo bar

parole che non hanno età

Io vivo qui

Di nuovi incontri in questo bar

la gente poi racconterà

io vivo qui

Da stamattina è così

questi ragazzi all’uscita di scuola

ritornan sempre qui

e giocheranno ancora

È tutto il giorno così

guardo la vita che scorre

la osservo in silenzio

e poi sorrido

Ci sono storie in questo bar

c’è un mondo che non ha più età

la vita è qui

Mille scommesse in questo bar

che fuori nessuno saprà

io vivo qui

CANZONE LARA. “Ti puoi fidare”

Mario dacci un taglio

non siam bambine, siamo grandi, guarda meglio

Andiamo in disco ci trucchiamo

sembri un matusa non stressare

offri da bere

Ehi non ti fissare

reggiamo l’alcol non ti devi preoccupare

andiamo in moto ormai fumiamo

che c’hai la strizza dei controlli?

Scialla fratello

Ti puoi fidare

Ti puoi fidare

Mario dacci un taglio

non siam bambine siamo grandi guarda meglio

CANZONE ALESSIO. “GAME OVER”

E adesso cosa c’è

ho perso ogni controllo del mio videogame

Che cosa mai sarà?

questo battito che sento dentro

Io non capisco più

che strano non riesco a ripartire

Sento l’ansia che sale, la disattenzione, non mi sento normale, ma che distrazione,

un “delirio ormonale” mi diranno “Boh!”

Game over, game over         Musica che si trasforma…

Game over, game over         Avvertimento! Nuovo “aggiornamento”

Game over, game over         Ecco ancora che ritorna

Game over game over          Un nuovo “comando” per guardare il mondo

Mi sfiora un’altra idea

che non ho scelto neanche so che cosa sia

Ma oggi metto via

ogni sfida ogni rivincita

E voglio che sia mia

la strana vibrazione che si libera

Non di un “coso” virtuale, quella tipa è reale, sento ancora che sale, non è affatto male

un “delirio ormonale” mi diranno “Sì”

Game over, game over         Musica che si trasforma…

Game over, game over         Avvertimento! Nuovo “aggiornamento”

Game over, game over         Ecco ancora che ritorna

Game over game over          Un nuovo comando per sfidare il mondo

Musica che prende forma

Avvertimento! Nuovo aggiornamento

Come un’onda che ritorna

Non è un gioco virtuale, quella tipa è reale,

sento ancora che sale, non è affatto male,

un “delirio ormonale” mi diranno “Sì”

CANZONE MATTEO. “QUI DECIDO IO”

Bella raga sono qui

Sono qui per voi

Stai in campana sono qui

Non sfidarmi mai

Quando passo fatti indietro

Giù la testa e di’ di sì

Perché qui decido io

Se lo bugghi attento a te

Te ne pentirai

Queste anime ribelli non lo sai

Sono amici suoi

Ad un cenno silenzioso loro scattano da me perché

Sono fico, stra-taggato

la mia chat esplode se mi metto online

Sono un tipo esagerato

so rischiare dove non hai osato mai
Sono fico, stra-twittato

al mio sguardo tu resistere non puoi

Sono un tipo esagerato

Sono nato per tradire, sono matto da legare, posso vincere e ordinare

E non puoi disobbedire perché qui

Decido io.

Sei un gran figo, stra-cliccato

la mia chat esplode se mi metto online

Sei un tipo esagerato

so rischiare dove non hai osato mai

Sei un gran figo, stra-pokato

Al mio sguardo tu resistere non puoi

Sei un tipo esagerato

E qui decido io

6 – CANZONE ALESSIO E LARA. “DOVE C’E’ AMORE”

Verro’ da te in questo sogno d’amore

ti ridaro’ la liberta’

Vieni da me, non lasciarmi cadere mai

E sfidero’ anche gli abissi del mare

draghi e catene spezzero’

portami via, ho bisogno di credere che

Dove c’e’ amore

c’e’ un segreto da scoprire

Dove c’e’ amore

c’e’ il coraggio di sognare

Dove c’e’ amore

fai un salto in velocita’

Nel nostro amore correremo per mano e tutto cambiera’

Dove c’e’ amore

puoi cadere e risalire

Dove c’e’ amore

c’e’ una stella da seguire

Dove c’e’ amore

fai un salto in velocita’

Nel nostro amore correremo per mano e tutto cambiera’

Soli io e te oltre l’azzurro del cielo

la nostra voce volerà

Soli io e te e questo amore che non finira’

CANZONE MICOL. “STASERA PROPRIO NO”

Stasera lascio qui

ogni paura e canto

Stasera proprio no,

non sarò come vuoi

Io non rinuncerò

alle mie insicurezze,

ai miei pensieri liberi,

ai giochi, alle domande

Non terrò questo violino tra le mani

Scusa io non lo farò

Via anche i compiti di scuola

O il dovere che mi chiama

Questo essere perfetta che hai deciso

Ma stanotte è per me e posso anche ballare

È per me, c’è spazio per sognare

È per me, non mi potrai ferire

è per me, è per me, è per me

è per me, è per me, è per me

Stasera spezzerò

quest’ordine perfetto,

stasera non sarò

la figlia che tu vuoi

e parlerò di me

di ciò che sento dentro

stasera si può urlare,

si può disubbidire

La mia stanza non avrà queste pareti

Strapperò questi vestiti

Suonerò canzoni nuove,

sarà bello anche sbagliare

Sarà facile provare anche ad essere normale

E’ per me qui posso anche ballare

È per me, c’è spazio per sognare

È per me, non mi potrai ferire

È per me, è per me, è per me

E’ per me e posso anche ballare

È per me,  che ho voglia di cadere

è  per me, è tutto da inventare

è per me che posso perdonare

Stasera lascio qui

ogni paura e canto

Stasera proprio no,

non sarò come vuoi

CANZONE MATTEO. “SVEGLIA!”

Drin drin drin drin    Non ancora

Drin drin drin drin    Oggi niente scuola

Drin drin drin drin    Ho detto non ancora

Drin drin drin drin     5 minuti allora

Mamma                  Cosa fai ancora in pigiama?

Matteo                    Non urlare! Non vedi? sto dormendo!

Mamma                  Forza è tardi devi andare a scuola

Matteo                    Giuro non mi sento bene

Mamma                  Ogni giorno la stessa storia

Matteo                    Mamma smetti di frignare

Mamma                  Tesorino dai che è tardi, devi fare colazione?   (esce)

Sveglia: Driiiin

Ecco hai vinto, mo’ sta’ zitta

Sono sveglio, ma non mi reggo in piedi

Della scuola che mi importa

oggi c’è anche il prof. Donadi

Lui la storia non la insegna

dice solo che è “imbordande”

forse è meglio stare a casa

c’è qualcosa più invitante

è la mia play (ti illumina,

(ti anima)

è la mia play (ti dà libertà)

è la mia play (ti vendica)

(ti intrappola)

è la mia play (ti porta al di là)

Drinnn

Sta’ un po’ calma, sono pronto,

ho i miei tempi,

tu mi farai impazzire

Devo mettere anche in conto

che oggi mi dovrò sorbire

delle scene imbarazzanti

e rimproveri pesanti

mentre la mia mente aspetta

quei momenti rilassanti

con la mia play (ti illumina)

(ti anima)

con la mia play (ti dà libertà)

Con la mia play (ti vendica)

(ti intrappola)

Con la mia play (ti porta al di là)

drinn  ho capito sai?

drinn  me la pagherai

drinn  quanto dovrò sopportarti ancora

drinn  avrai quel che vuoi

drinn   vado a scuola dai

ma non senza aver messo nello zaino di nascosto. wow

anche la mia play (ti illumina)

(ti anima)

la mia play (ti dà libertà)

la mia play (ti vendica)

(ti intrappola)

la mia play (ti porta al di là)

CANZONE CORSETTI. _”IO NON VI CAPISCO PIU’”

Ehi voi, che diabolici furfanti

sempre pronti a trasgredire

questa storia deve finire

o io rischio di impazzire…

Io non vi capisco più

non c’è regola che tenga

c’è una scusa sempre pronta

non ci sono convinzioni,

solo mistificazioni

Io non vi capisco più

siete tanti scalmanati

forse un po’ disorientati

pieni di abiti strappati

e bulloni arrugginiti

Ai miei tempi

si mangiava tutti insieme

non dovevi mai fiatare

era d’uopo comportarsi

con rispetto e educazione

se sbagliavi punizione

niente amate merendine

Ai miei tempi

andavi a scuola ad imparare

quando entrava il professore

tutti in piedi a salutare

forte la concentrazione

fino alla ricreazione

se no niente merendine

Io non vi capisco più uuuuuuuuu

Io non vi capisco più uuuuuuuu

Io non vi capisco più

neanche i vostri genitori

hanno giustificazione

nel lasciarvi allo sbaraglio

sono stanca di capire

io non ce la faccio più  uuuuuuuuu

Io non vi capisco più   uuuuuuuuu (4 volte)

“CI DIVERTIAMO”

Giulio:

Oggi niente scuola

Andiamo in moto, se non vieni sei una sola

Che le stai anche ad ascoltare?

quelle sui libri finiranno di invecchiare

Micol:

Soliti incoscienti,

sti maschi sono un vero ammasso di ignoranti

a far casini sono esperti

in tutto il resto lenti, vuol dire che faranno a vita

i ripetenti

Giulio:

Fingono di brutto

Non vi illudete siete brutte anche col trucco

a noi non ce la raccontate

sono finte dai si vede

siete sgamate

Lara:

Guarda che coatto

son di tre giorni le mutande che c’hai sotto

che ne sai tu di push-up

ad imbottire non ci pensi? Sbagli fratello

Dovresti farlo

oh oh oh oh oh

Alessio:

Ecco “fianchi molli”

lo so che se ti piace uno poi t’accolli

messaggini pieni di

frasi d’amore appassionate,

che gran risate

Micol:

Io non mi ti filo

sei un ragazzino intelligente come un mulo

sai dire solo tre parole: playstation calcio… Due!

Ma meglio sole!                   Oh oh oh oh oh oh

Alessio:

Siete delle illuse

perdete il tempo tra i fanclub e le chattate

i vostri post romantici,

pieni di sogni e di poesia

ma dove andate?

Lara:

State proprio fuori,

voi fate i grandi, siete un branco di immaturi

e fate a gara di misure

ma nel cervello vi rimane, voglio esser buona

solo un neurone                   Oh oh oh oh oh oh

Micol:

Questo per finire

siete convinti di saperci proprio fare

a voi non piace conquistare, voi volete solo quello

non ci fregate

Matteo:

Alt alt,

ora ci penso io

Forse non siamo perfetti ma siam veri

Noi facciamo squadra non ci pugnaliamo

mentre voi studiate noi cosa facciamo?

Ci divertiamo                Oh oh oh oh oh oh

CANZONE MICOL. “QUELLO CHE NON DIRA’ MAI”

Chi l’avrebbe mai detto

che anche lui sa esser gentile

Mai neanche il sospetto

che il suo cuore sapesse capire

Una maschera indossa

buia come l’assenza

finge indifferenza ma non sa perché

Chi l’avrebbe mai detto

lui che è sempre scontroso e distante

Lui che usa la forza

come chi non si sente importante

Ora ha un volto diverso che certo sorprende

forse è questa la sua verità

Che c’è nei suoi occhi

Che c’è dentro lui

nei suoi gesti sospetti, nei suoi modi distratti

Che c’è nei suoi occhi

Che c’è dentro lui

forse quello che non dirà mai

Ora lui sa rispondere a mille domande

ora forse lui sorriderà

Che c’è nei suoi occhi

Che c’è dentro lui

nei suoi modi invadenti, nei suoi sguardi pesanti

Che c’è nei suoi occhi

Che c’è dentro lui

forse quello che non dirà mai

forse quello che non dirà mai

CANZONE ALESSIO. “CHISSA’ DOV’E’ L’AMORE”

Chissà dov’è la strada

Dov’è la libertà del mio respiro

Chissà dov’è l’amore

Non ho ricordo neanche più attesa.

Da questo schermo tocco il mondo

Uccido inganno e mi nascondo

In uno schermo è la memoria

Il senso di ogni nuovo giorno

E salto oltre le distanze dove non c’è l’indifferenza

E c’è un abbraccio che mi accoglie

Un altro gioco, una partenza

Chissà dov’è la strada

Dov’è la libertà del mio respiro

Chissà dov’è l’amore

Se può sentirmi… se può sfiorarmi

Da questo spazio io non sento

Nessuna lama mi raggiunge

In questo spazio mi difendo

Non c’è parola che mi offende

Qui non c’è niente da capire

Né sguardo che può farmi male

Qui c’è il segreto e l’illusione

C’è la speranza c’è il perdono

Non c’è il dissenso non c’è la loro assenza

Qui c’è silenzio… e musica…

Chissà dov’è la strada

Dov’è la libertà del mio respiro

Chissà dov’è l’amore

Se può sentirmi… se può sfiorarmi

“CHIUNQUE TI PUO’ GIUDICARE”

Chiunque ti può giudicare

Chiunque ti può giudicare

Chiunque ti può giudicare

Chiunque ti può giudicare

Chiunque ti può giudicare

c’è un occhio indiscreto dietro ogni finestra

Chiunque ti può giudicare

“che scarpa che hai messo!” “l’occhiale che costa”

Chiunque ti può giudicare

“ma sbaglio o hai la macchina nuova?” “Che stronza!”

Chiunque ti può giudicare

la gente ti osserva e non puoi sfuggire

Per ogni tuo sguardo per ogni timore

per quello che pensi e che non sai dire

perché hai mal di testa e non vuoi far l’amore

perché ad uno sbaglio non vuoi rinunciare

Chiunque ti può giudicare

la vecchia vicina, la suora, l’autista

Chiunque ti può giudicare

non sei mai da solo, un parere non costa

Chiunque ti può giudicare

se ridi, se implori, se scuoti la testa

Chiunque ti può giudicare

chiunque ti può giudicare

chiunque ti può giudicare

Giulio: Nemmeno tu

Corsetti: uh uh uh uh                 Coro: chiunque ti può giudicare, chiunque ti può giudicare,

CANZONE ADRIANA. “DOVE TUTTO E’ POSSIBILE”

Ci sono scelte scomode

di cui ti pentirai

Ci sono scelte illogiche

che il tempo non saprà guarire

Ci sono sogni fragili

che implodono dentro un silenzio

E non vedi, e non senti, e non puoi

Ci son doveri e compiti,

c’è una famiglia: “Devi correre, è già tardi”

E a volte ti rimproveri

persino la più ingenua distrazione

C’è una casa, ci son figli che dipendono da te

c’è da stare sempre attenta anche quando non lo vuoi

C’è da buttare una promessa del passato, perché è giusto

Ma ogni tanto chiudi gli occhi

E c’è un tempo per te

dove tutto è possibile

la famiglia, il lavoro, l’amore, un pensiero

che libero possa volare

E vuoi un giorno per te

in cui il mondo ti aspetta

e non chiede ma offre

non ti fa domande

non giudica

Ci sono scelte scomode

che forse accetterai

C’è un lavoro che hai lasciato, una speranza che hai tradito

c’è una donna che hai perduto

E adesso un’altra vita

che hai voluto, che hai saputo amare

ma ogni tanto prendi fiato e chiudi gli occhi

E c’è un tempo per te

dove tutto è possibile

la famiglia, il lavoro, l’amore, un pensiero

che libero possa volare

E vuoi un giorno per te

in cui il mondo ti aspetta

e non chiede ma offre

non ti fa domande

non giudica, non giudica

E vuoi un tempo per te

dove tutto e’ possibile,

la famiglia, il lavoro, l’amore, un pensiero

che libero possa volare

canzone Aldo e Carla “NON URLARE”

Aldo, Aldo…

Aldo: Non urlare io devo andare a lavorare

Vostro onore ci sono affari da sbrigare

Per favore adesso devo andare

se vuoi il pilates, tu la moto c’è da guadagnare

Carla: Sempre scuse non perdi l’occasione

cosa chiedo se non un poco di attenzione

questo figlio attende un buon esempio

Aldo:

Dai su calma amore, ma questa gente cosa vuole, Ah vogliono soldi? e qual è il problema!

io li posso anche pagare, cento euro può bastare?

non ho tempo da sprecare, me ne vado al mio cantiere

Io li posso anche pagare, vuole questo vostro onore?

non mi fermo a chiacchierare, sono un grande imprenditore.

Carla: Aldo, Aldo

Corsetti: Uuuu. Ritorniamo al processo

CANZONE GABRIELLA. “DIETRO QUESTA CAREZZA”

Forse tu non puoi capire

O io non trovo le parole

Vieni qui, solo per un po’

Senti quanto stringe il cuore

L’ansia che mi afferra e sale

e tutto ormai pesa su di me

I nostri mondi sembrano lontani

I miei doveri, i tuoi sguardi severi

Le incomprensioni, le disattenzioni

Tutto ormai pesa su di me

Si cresce in fretta e poi ti trovi madre

E tutto cambia, credimi fa male

Guardare in faccia le mie e le tue paure

Tutto ormai pesa su di me

Su me, su me, su me, su me

Su me, su me, su me, su me

Certo posso anch’io sbagliare

ma tu prova ad ascoltare

ancora un po’, qui vicino a me

Scusami se non so dire

Quanto io ti voglio bene

Credimi, non dubitarne mai

Si fa fatica ad esser sole

Io ho fatto a pugni con l’amore

E vengo a patti col dolore

Tutto ormai pesa su di me

Su me, su me, su me, su me

Su me, su me, su me, su me

E’ te che scelgo in ogni mia debolezza

Dietro questa carezza

Dietro questa carezza

Su me, su me, su me, su me

Su me, su me, su me, su me….

Forse tu non puoi capire

O io non trovo le parole

Fidati, solo per un po’

CANZONE RAGAZZI. “COLPEVOLI”

LARA:

Yo, word is bond

ora è tempo di rappare

perché non mi stai a sentire quando ho voglia di parlare

Vai con il beat questo è un pezzo di battaglia

che adesso posso urlare, adesso che c’ho voglia

quant’è difficile svelare quel che siamo

per questo tutti a tempo, in gran casino noi gridiamo

Colpevoli, colpevoli

Siete colpevoli, colpevoli!!!

MICOL:

Ehi provo anche io che non sono di tendenza

ma questo loop  mi rende ganza

Basta fare i conti con le vostre fissazioni

noi siamo liberi, b-boy senza padroni

Dateci occasione di essere veri

di sbattere la testa di avere dei pensieri

Colpevoli, colpevoli

Siete colpevoli, colpevoli!!!

ALESSIO:

Sista, da sballo le tue parole

dammi il tuo posto ché c’è ancora un po’ da dire

Oggi sono stanco dei tuoi impegni,

delle tue scuse ma tu non te ne accorgi

dei miei silenzi, di ciò di cui ho bisogno

della paura e dell’amore che io sogno

Colpevoli, colpevoli

Siete colpevoli, colpevoli!!!

MATTEO:

Finisco io perché sono sempre il meglio

io che son tosto e non mi sbaglio

C’è che siamo stanchi di aspettare

una carezza, un po’ d’amore

E da domani sì che siano veri

i tuoi sorrisi, le tue parole yea

Noi siamo qui e questo rap è ormai finito

E’ il nostro modo un poco insolito di chiederti un aiuto

Colpevoli, colpevoli

“LA COLPA E’ DEI GRANDI”

MICOL: Vieni con me non ci vuole poi tanto

a entrare dentro al mio mondo, solo così

saprai vedere e imparare a capire,

se ascolti le mie parole

LARA: Non devo fingere di essere forte

se mi darai la tua mano e mi insegnerai

che la bellezza non vale poi tanto

che ci può essere amore

Rit. : E se la colpa è dei grandi

chi ce lo dirà?

E se la colpa è dei grandi

dietro un nostro errore c’è un bisogno da ascoltare

La colpa è dei grandi?

Forse, chi lo sa?

E se la colpa è dei grandi

la nostra storia si ripeterà

MATTEO: E forse è troppo il silenzio che ho dentro

se grido rabbia, se inganno, se sfido il mondo

Se ora tu resti sempre al mio fianco

non ho paura se piango

ALESSIO: Dammi una mano a capire che la realtà

può essere bella come una canzone

che c’è un futuro da amare, che oggi c’è il sole

e niente lo oscurerà

Rit. : E se la colpa è dei grandi

chi ce lo dirà?

E se la colpa è dei grandi

dietro un nostro errore c’è un bisogno da ascoltare

La colpa è dei grandi?

Forse, chi lo sa?

E se la colpa è dei grandi

la nostra storia si ripeterà

CORSETTI: Dacci una mano a capire che la realtà

può essere bella come una canzone

che c’è un futuro da amare, che oggi c’è il sole

CORSETTI, GIULIO:  e niente lo oscurerà

Rit. : E se la colpa è dei grandi

chi ce lo dirà?

E se la colpa è dei grandi

dietro un nostro errore c’è un bisogno da ascoltare

La colpa è dei grandi?

Forse chi lo sa?

E se la colpa è dei grandi

la nostra storia, la nostra storia, la nostra storia si ripeterà!

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi