Pineto. Monticelli scrive al manager Varrassi “ La chiusura del servizio prelievi penalizza i più deboli”

14 Gennaio 2013 21:240 commentiViews: 8

Monticelli scrive al manager Varrassi

“ La chiusura del servizio prelievi penalizza i più deboli”

E’ stata inviata questa mattina al Direttore Generale della ASL di  Teramo Giustino Varrassi, la lettera con cui il Sindaco Luciano Monticelli stigmatizza la sospensione del servizio prelievi del Distretto Sanitario di Pineto. La decisione era stata annunciata tramite lettera, il 4 gennaio scorso, dal  responsabile del del DSB di Atri  Salvatore Prosperi.

La nota di protesta, con cui il Primo cittadino chiede la riattivazione immediata del servizio, è indirizzata anche al Direttore Sanitario ASL Teramo, Camillo Antelli, al Direttore sanitario del Presidio ospedaliero di Atri Maria Mattucci e al Dirigente Responsabile DSB Atri, Salvatore Prosperi.

Ecco la nota del Sindaco Monticelli:

Oggetto: sospensione servizio prelievi presso la sede distrettuale di Pineto.

Con forte rammarico si riscontra la comunicazione datata 4 gennaio 2013 a firma del Responsabile del DSB di Atri dott. Salvatore Prosperi. Ancora una volta è questo territorio ad essere penalizzato. Dopo il depotenziamento della struttura ospedaliera di Atri, continuano ad essere adottati provvedimenti che recano un gravissimo pregiudizio al  diritto alla salute di un intero comprensorio. Il servizio prelievi, dislocato presso la sede distrettuale di Pineto, è nato per dare la possibilità a persone anziane, che non possono liberamente ed autonomamente muoversi, di effettuare prestazione sanitarie di prossimità.

Come sempre si colpiscono i più deboli, i malati, i disabili, gli anziani, persone che hanno il diritto di essere assistite e di non essere abbandonate a causa di inefficienza, negligenza o peggio ancora per far  quadrare i bilanci.

Alla luce di quanto sopra, si chiede di ripristinare, originaria riattivando il servizio prelievi nella sede pinetese.  Alla luce di quanto sopra, si chiede di rispristinare, con ogni possibile urgenza, la situazione.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi