Giulianova. Le torri costiere in Italia, di Flora Amelia Suàrez

22 Gennaio 2013 13:130 commentiViews: 34

Ap – Itinerari

Le torri costiere in Italia

di Flora Amelia Suàrez

Le torri costiere in Italia iniziarono a sorgere durante il Medioevo: erano strutture fortificate, diffuse nei vari stati dell’epoca, per una strategia difensiva.

La costruzione delle torri seguiva criteri ben precisi, dovevano poter comunicare con quelle più vicine, attraverso precisi segnali luminosi, messi in atto dalle sentinelle dislocate nelle parti superiori della torre, al fine di segnalare possibili pericoli provenienti dal mare.

La loro ubicazione, era scelta in modo tale da avere la migliore visuale possibile anche verso l’entroterra, cosi, dalla fortificazione, potevano lanciare tempestivamente eventuali segnali di allarme.

Le torri medievali venivano costruite generalmente a pianta quadrata, con basamento a scarpa e terrazza sommitale delimitata da merlature; lungo le pareti vi si aprivano le feritoie. Talvolta, le fortificazioni potevano essere costruite da più corpi uniti tra loro da gallerie o terrazzini.

Nel rinascimento, furono realizzate altre fortificazioni, per implementare i sistemi difensivi dei vari stati o rimpiazzare preesistenti strutture gravemente danneggiate, spesso l’ingresso era costruito al piano sopraelevato, accessibile tramite una rampa di scale munita di ponte levatoio.

Nel Seicento, furono effettuati lavori di implementazione ad alcuni sistemi difensivi costieri già esistenti; mentre venivano edificate nuove torri o fortificazioni, laddove veniva individuato un punto debole che poteva favorire un eventuale attacco dal mare. Durante il settecento, la realizzazione di torri si limitò; in Maremma, furono costruiti alcuni fortini sulle coste sabbiose, come difesa di tipo secondaria, affiancate a quelle già esistenti, per il controllo del territorio.

Le torri costiere, attualmente sono un elemento storicoarchitettonici pienamente integrati nel paesaggio costiero. Alcune di queste fortificazioni sono state restaurate e riportate agli antichi splendori; altre con le modifiche necessarie, sono diventate abitazioni, alberghi ecc. Possiamo citare alcune zone italiane dove si trovano alcune torri, siano queste ristrutturate, conservate, o semplicemente lasciate come ruderi.

Torri costiere: In Calabria. Nel Gargano. In Toscana. Nel Lazio. A Napoli. Nel Salento. Nella Provincia di Grosseto. Nella Provincia di Livorno. In Sardegna. In Sicilia.

In Abruzzo possiamo citare alcune delle Torri ben conservate: Torre Punta della Penna ubicata a Vasto (CH); Torre Di Carlo V a Martinsicuro (TE); Torre Della Vibrata ad Alba Adriatica (TE); Torre Del Salinello a Giulianova (TE); Torre Di Cerrano a Silvi (TE); Il Castello Aragonese è ubicato ad Ortona a mare, la sua base è trapezoidale, fu costruita con quattro torri angolari di forma cilindrica. Tutte possono essere visitate.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi