Abruzzo. Di Iacovo (SEL): da Studi europei Pescara risulta una città con un pericoloso surriscaldamento dovuto a poco verde e troppo cemento.

24 Gennaio 2013 00:550 commentiViews: 10

Di Iacovo (SEL): da Studi europei Pescara risulta una città con un

pericoloso surriscaldamento dovuto a poco verde e troppo cemento.

Secondo un recente studio dell’EEA (Agenzia Europea dell’Ambiente), su
500 città  europee analizzate Pescara risulta nella categoria con minor
verde pubblico (meno del 20% del territorio) e tra quelle più calde a
causa anche della troppa  urbanizzazione, che accentua i problemi dei
cambiamenti climatici.
Le mappe dello studio e le graduatorie sono
indicate nel link in calce alla mail.
Bisogna che questo studio e
questi rischi guidino le scelte nei confronti della nostra Città per
quanto riguarda la possibilità di versare ulteriore cemento in una
città già completamente satura e a rischio.
Questi dati allarmanti
confermano quello che tanti cittadini e tante associazioni chiedono per
Pescara, ovvero maggiore presenza di verde e migliore tutela del verde
esistente. La presenza di un ambiente di migliore qualità è l’unica
garanzia per la salute nostra e dei nostri figli. I gravi dati
fotografati dall’Agenzia Europea dell’Ambiente devono portarci
urgentemente a progettare e mettere in atto strumenti che contrastino
questo degrado. Altrimenti, la qualità della vita della nostra città
peggiorerà ogni a causa dell’aumento della temperatura fino a rendere
la vita nella nostra città sgradevole oltre che, specie nei mesi
estivi, pericolosa.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi