Giulianova. E’ tutta italiana la strategia di lotta al Punteruolo rosso delle palme.

3 febbraio 2011 00:128 commentiViews: 908

E’ tutta italiana la strategia di lotta al Punteruolo rosso delle palme.

Alla luce delle centinaia di migliaia di vittime mietute dal punteruolo rosso delle palme, sulla riviera abruzzese (Pescara, Montesilvano, Silvi, Pineto, Roseto, Giulianova, Alba Adriatica, Martinsicuro, San Benedetto etc.), marchigiana e più in generale in tutta l’area mediterranea, risulta opportuno puntare l’attenzione su un convegno veramente importante che si terrà a Valencia, in collaborazione con l’Università Politecnica della Città e che tratterà l’increscioso problema del coleottero killer. l’8 e il 9 febbraio, al 2° Incontro Internazionale PHYTOMA – Valencia (Spagna), dedicato a “Una piaga urgente ad alto rischio: il punteruolo rosso della palma (Rhynchophorus ferrugineus)”, verranno illustrate le strategie di lotta al punteruolo rosso. Nel corso del convegno sarà presentato l’innovativo sistema Quantum Palma, tecnologia prodotta dalla ditta italiana Freebioenergy per ovviare alla massiccia infestazione del coleottero, presente ormai in tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, nel Medio Oriente, in Oriente e in America. Saranno presentate e messe a confronto le varie tecniche ed esperienze finora sostenute per risolvere il problema dell’infestazione. Il sistema Quantum Palma si inserisce fra gli interventi più innovativi per lo sviluppo di strategie di lavoro future; si tratta di un dispositivo che funziona con le energie naturali, una soluzione completamente bioecologica, senza uso di chimica e veleni tossici, a tutela della salute dei cittadini, dei consumatori e dei frutti della palma. Il sistema previene, per almeno due anni, l’infestazione da parte del temibile Punteruolo, che sta dilaniando gli esemplari di tutto il mondo. Durante il convegno verrà inoltre trattata la normativa europea in vigore per contrastare il progredire del parassita.

print

8 Commenti

  • Il sistema Quantum Palma della Freebioenergy ,ammesso che funzioni,ha una limitazione,si possono solo prevenire le infestazioni ma non curarle,inoltre il costo è decisamente alto.si aggira intorno alle 1500 euro e funziona per un raggio di 60 metri per una durata di 2 anni circa.Ho chiesto alla Freebioenergy di farmelo testare,visto che per lavoro mi occupo di questo,ma ancora non ho ricevuto risposta(la mia richiesta risale a novembre 2010).Non vorrei che fosse come il macchianario a micronde, tanta pubblicità ma con risultati poco soddisfacenti se non deleteri.Troppe speculazioni su questa infestazione,prima di commercializzare soluzioni miracolose bisognerebbe farle testare da enti preposti evitando così di dare false speranze a chi tiene alle palme.Basta con ritorni economici per chi si professa fautore di soluzioni miracolose senza darne le necessarie garanzie.

  • Il Sig. Leva appare risentito per aver ricevuto un rifiuto alla sua richiesta di test.
    La fase di sperimentazione, purtroppo, è ormai terminata da diversi mesi e, il dispositivo Quantum Palma, sta ormai venendo installato con successo e sta suscitando notevole interesse da parte degli addetti ai lavori.
    Il sig. Leva, inoltre, esprime alcune opinioni che non sono fondate su informazioni accurate perché, ad esempio, il dispositivo Quantum Palma non “dura due anni” ma è permanente dato che, fino a che rimane posizionato, il Punterulo Rosso non riconosce come ambiente favorevole, quelle palme, per depositare le sue uova che diventeranno larve e, quindi troverà altri luoghi dove farlo.
    Come professionista gradirei che, prima di farmi apparire nel mazzo degli speculatori, e dei risultati poco soddisfacenti, il Sig. Leva si documentasse sulla tecnologia che noi utilizziamo così da non associarla ad altre cose utilizzate da lui e con le quali, sembra, abbia fallito.
    Non è mai, da noi, stato detto che rimediamo all’infestazione ma solo che la preveniamo e, di questo, abbiamo larghe prove ed evidenze che sono a disposizione di chiunque, anche del Sig. Leva.
    Per quanto riguarda i ritorni economici trovo che non ci sia alcun male in questo dal momento che i nostri clienti sperimentano che la nostra promessa viene mantenuta e, per quanto riguarda le garanzie, esse sono previste nei termini delle leggi che regolamentano la nostra attività di produzione, vendita e installazione.
    Ogni opinione è preziosa per noi ma, se non è basata su una osservazione oggettiva(e questo sembra il caso del Sig. Leva), è dannosa per noi e per chi, potenzialmente, potrebbe essere allontanato dalla soluzione che sta cercando.

    Giovanni Farina
    Direttore Commerciale

  • Gentile sig. Marco Leva, sono il titolare di Freebioenergy. Innanzitutto mi scuso per la mancata risposta. Non è nostra abitudine perchè le nostre direttive sono di rispondere entro 72 ore massimo proprio perchè come azienda, che vive grazie alle vendite, non dobbiamo perdere alcuna occasione di rispondere a nuovi potenziali clienti.
    Quantum Palma è relativamente giovane. Ha un anno di vita dal punto di vista commerciale. La trentina di areali protetti nel primo anno, al 95% posti in zone infestate con piante già aggredite, NON HANNO PIÙ SUBITO NUOVE INFESTAZIONI. purtroppo, al momento, non abbiamo avuto disponibilità di università italiane, per procedere ad un test scientifico. Questa nuova scienza, che si basa sul magnestimo

  • Continua: Sul magnetismo che incide sull’equilibrio della vita biologica, lascia “diffidente” il mondo cattedratico. Tutti aspettano che si porti da noi le esperienze ed è quello che in realtà stiamo facendo. Siamo dovuti venire in Spagna per avere riscontro dalla scienza ufficiale. Le sto scrivendo da Valencia e le anticipo che l’università di Valencia inizierà una sperimentazione scientifica sul Quantum Palma proprio sul campo e non in semicampo (termine usato per parlare di prove condotte in serra e quindi con un riscontro parziale della realtà).
    Veniamo al costo: il Quantum Palma costa 1500€ più IVA. Copre oltre un ettaro (11.304 mq per la precisione). Dopo due anni, al termine della garanzia, uno può chiedere la sostituzione con uno nuovo al costo di un terzo rispetto al prezzo di mercato di quel momento). Faccia una prova prevedendo 5 palme su 10 anni (non pensiamo di risolvere prima il problema a livello europeo). 3500€ in totale : 5 palme= 700€ per palma per 10 anni. Con i fitofarmaci (ad ogni convegno a cui partecipo sento parlare di prodotti tossici nocivi pericolosi per bambini e donne incinte, oltre che per l’inquinamento delle falde) il costo medio per trattamento preventivo per palma è 30€ per 4 volte l’anno per 10 anni = 1200 €. Ovviamente se uno ha una palma la forbice si riduce ma se uno ne ha 50 diventa un costo ridicolo.
    Siamo sempre a disposizione sua e di chiunque voglia chiederci maggiori delucidazioni. Non siamo disponibili per prove e test per il fatto che l’esperienza sul campo è ormai più che sufficiente per ritenere il nostro sistema sicuro, affidabile e, soprattutto, naturale senza alcuna controindicazione. Cordiali saluti Luigi vantangoli

  • Piccola correzione: non avevo notato che il suo sito è Frogservice e ricordo perfettamente di averle risposto di persona. Forse non l’ha ritenuta sufficiente ma la nostra risposta è stata immediata. Giusto per dovere ancora cordiali saluti Luigi vantangoli

  • gentile redazione, vorrei chiedere di veder pubblicata la mia risposta al sig. Leva, solo per onore della verità giornalistica. Ci stimiamo e ci comportiamo come un’azienda seria ed etica e dispiace vedere commenti che lasciano adito ad interpretazioni fumose e che non rispecchiano anche la verità dei fatti. Credo che la mia risposta fosse assolutamente esausitiva e cortese, come è giusto che sia.
    cordiali saluti
    Luigi vantangoli

  • Egr. Sig. Leva, io ho installato preventivamente il quantum palma, proprio per prevenire l’infestazione dal Punteruolo rosso, prima avebvo provato con alcuni veleni, ma dovevo ripetere di continuo i trattamenti.
    Lei parla di costi alti, sicuramente non è economico, ma se si calcola il costo a palma che serve per dare dei veleni, mentre con lui tulle le palme per un diamtro di 120 mt sono protette, alla fine il costo si deve suddividere per 7/8 palme almeno.
    Se non sbaglio lei dice che non le è stato fatto provare, perchè non lo ha acquistato, anch’io lo avrei voluto provare, ma per quanto tempo è possibile provare una apparecchiatura, 10 giorni 20, 1 mese due, magari ci fossero queste possibilità, ma credo che siano in pochi a fare questo.
    Lei dice che si occupa di questo, ho fatto una ricerca e lei si si occupa di questo, ma forse è in concorrenza con loro, visto che si occupa di disinfestazioni e deratizzazioni, anche se dice con sistema che rispetta l’ambiente, forse poteva essere un oggetto complementare alla sua attività, invece di criticarlo in partenza.
    Scusi ma non mi sembra giusto un commento senza sapere esattamente di cosa sta parlando, io l’ho acquisato e posso dire le sue qualità, ma non posso parlare del suo servizio, non avendolo mai utilizzato e non parlo del suo ritorno economico, procedendo alla disinfestazione ogni 15gg sulle piante, invece di prevenire.

  • MI scuso per non aver risposto prima.Per chiarezza: Sig.Giovanni io non ho detto che il sig.Luigi ha rifiutato di farmi testare il metodo ma che non avevo avuto risposta,che il QUANTUM duri 2 anni l’ho letto su questo articolo “Il sistema previene, per almeno due anni, l’infestazione da parte del temibile Punteruolo” inoltre “Come professionista gradirei che, prima di farmi apparire nel mazzo degli speculatori, e dei risultati poco soddisfacenti, il Sig. Leva si documentasse sulla tecnologia che noi utilizziamo così da non associarla ad altre cose utilizzate da lui e con le quali, sembra, abbia fallito.” io non ho detto che il suo sistema è un fallimento e tra i speculatori ci si è messo da solo.lungi da me fare accuse prima di averne le dovute conoscenze,ho semplicemente espresso i miei dubbi a riguardo visto ciò che si sente a riguardo delle soluzioni definitive e miracolose.AL MOMENTO NON CI SONO METODI RISOLUTIVI ALL’INFESTAZIONE,per onestà di cronaca ci sono molte sperimentazioni in corso.Per quanto riguarda ciò che lei afferma sul fallimento del metodo da me adottato, Lei caro sig.Giovanni offende e denigra tutti i colleghi che con l’endoterapoia, la dendrochirirgia, l’irrorazione in chioma e con i mematodi hanno ottenuto risultati e salvato molte palme,e non solo prevenendo ma anche CURANDOLE.per quanto riguarda i test da voi effettuati vorrei conoscere le fonti accreditate che supportano quello che Lei afferma.Per quanto riguarda l’aspetto economico Lei offre un servizio e Lei decide il costo,La mie sono considerazioni personalissime e leggittime dato che ognuna di esse è scaturita proprio dopo aver letto le informazioni da voi date.

    Caro Sig. Luigi ,visto che si ricorda di me le allego la nostra conversazione per e_mail,nel caso l’avesse smarrita ”
    Da: Frog Service[mailto:marcoleva@frogservice.it]
    Inviato: lunedì 15 novembre 2010 19.37
    A: mkt@freebioenergy.it
    Oggetto: chiarimenti
    A parte il fatto che mi sembra scorretto pubblicizzare su un sito di disinfestazioni il vostro sito dove dite di aver risolto il problema del punteruolo rosso, sinceramente mi riesce difficile prendere in considerazione la vostra soluzione,spiegatevi meglio, cosa fate per allontanare il punteruolo? Soprattutto come uccidete le larve all’interno delle palme ? Il vostro trattamento dovrebbe essere effettuato su tutte le palme esistenti sul territorio nazionale per essere efficace(ammesso che lo sia). Quanto costa la vostra soluzione? Che garanzie da? Se siete così sicuri dell’efficacia perchè non lo fate testare da qualche università? Risulterebbe più credibile. Mi sembra il solito metodo di spillare soldi a chi crede in certe cose, che esista l’energia positiva e negativa non lo metto in dubbio, ma i santi non si fanno pagare, voi? Dal vostro sito si vede che vendete strumenti che emanano energia, la domanda sorge spontanea, cosa c’è dentro? Mi viene la curiosità di comprarne uno per vederlo internamente. Comunque essendo una persona aperta non mi sento di giudicare se non dopo aver avuto la conoscenza delle persone e delle cose. Dimostratemi il contrario e sarò dei vostri.
    P.S. Il commento all’articolo lo approvo solo dopo una vostra risposta

    RISPOSTA:
    Gentile sig. Marco
    Il ns collaboratore sig. Cicognani che segue la promozione su Internet del nostro sito mi ha girato la sua mail e credo sia importante che sia io a risponderle, in quanto titolare dell’azienda.
    Innanzi tutto le chiedo scusa per aver pubblicizzato sul suo sito e senza il suo permesso il nostro prodotto. Le do perfettamente ragione, anche a me avrebbe dato fastidio, come minimo. E’ quello che succede nella foga di mettere su in più luoghi possibili di internet l’informazione della nostra tecnologia, ma non dovrebbe succedere.
    Ho anche fatto una capatina al suo sito e le faccio i complimenti per la filosofia con cui lavora la sua azienda, che mi sembra anche molto in sintonia con la nostra. Per Freebioenergy la missione è proprio lavorare per elevare la qualità della vita e dell’ambiente.
    Cerca anche di risponderle alle sue più che giustificate domande e perplessità sulla nostra tecnologia. Mi preme dirle anche che il nostro impegno è di rispondere a tutte la mail che arrivano entro le 24 ore. Questo piccolo ritardo è dovuto al fatto che ho preteso di risponderle io personalmente.
    Noi lavoriamo da anni nel campo delle energie naturali (magnetismo terrestre e cosmico) e produciamo i dispositivi che ha visto sul sito. Non è questa la sede per entrare nel merito tecnico di questa scienza, la invito a consultare qualche libro sulla geobiologia, sulla radiestesia e sulla radionica, oppure a interpellare qualche esperto romano (a Roma vivono scienziati di fama internazionale che operano con queste energie: medici, ingegneri, fisici; mi viene in mente la Dottoressa Alessandra Previdi, presidente dell’associazione radionica italiana http://www.radionica.it o, se vuole, le posso fornire anche altri indirizzi).
    Le dico solo che ogni organismo biologico, persone, animali, piante, vivono grazie ad un equilibrio magnetico delle proprie cellule (la famosa bipolarità) e dei propri organi. Così anche per le palme e per il punteruolo rosso. Per principio noi non uccidiamo mai la vita, a qualunque livello. MI creda, uccidere il punteruolo con il magnetismo sarebbe relativamente facile, ma va contro l’etica e i principi della radiestesia.
    Non facciamo altro che potenziare quello che succede in natura e cioè che la pianta che sta bene respinge i parassiti. Questo con tutte le piante, non solo le palme. Noi abbiamo studiato per circa sei mesi le frequenze magnetiche emesse dalle palme e dal punteruolo e abbiamo messo a punto un dispositivo che, nel raggio di circa 60 metri, carica di energia le palme. Il sitema è preventivo e non curativo.
    Come funziona? All’interno del dispositivo ci sono delle masse metalliche che sono state caricate di frequenze con particolari computer chiamati computer radionici. Questi volumi sono fatti in modo di recepire le energie magnetiche che escono dal terreno (in ogni parte del mondo) e che arrivano dal cosmo (pensi alle sole tempeste magnetiche del sole: gli studi della Nasa ormai dicono con certezza che provocano terremoti, uragani e anche pazzia della gente). L’energia che entra viene reindirizzata ai soggetti previsti con le informazioni (frequenze sottili, siamo nell’ordine di grandezza degli angstrom) e attraverso i quanti o fotoni.
    I primi dispositivi li abbiamo installati circa 9 mesi fa in luoghi ad alta infestazione, a San Pancrazio Salentino, e nel raggio d’azione le palme, curate da precedenti infestazioni con irrorazioni chimiche, non hanno più avuto aggressioni del punteruolo. Nelle immediate vicinanze invece si.
    Non solo, le palme coperte dal Quantum Palme sono diventate forti e rigogliose.
    Purtroppo la casistica è piccola: ad oggi abbiamo 10 siti coperti dal dispositivo e non una sola infestazione. Questa è la nota dolente: la difficoltà di convincere il mercato che questo sistema è assolutamente utile e perfettamente integrabile da chi, come voi, è specializzato nella lotta al punteruolo con la chimica o altri sistemi. Abbiamo un cliente nella sua zona, anzi due: la Gesam di Tarquinia e Vivai Mari di Roma.
    Perchè le università non ci hanno “sdoganato”.
    Sono stato al Politecnico di Milano e mi han chiesto 40.000€ solo per mettere giù un protocollo. Sono stato a Sanremo dal dott. Littardi che mi ha ascoltato per due ore con attenzione e mi ha detto con aveva più soldi del Dipropalm per nuove sperimentazioni. Ho scritto all’università di Palermo e di Napoli e non mi hanno neanche risposto.
    Comunque andiamo avanti e non ci fermiamo, vogliamo dimostrare che il nostro sistema funziona. Siamo a sua disposizione se vuole approfondire la cosa.
    Cordiali saluti e complimenti ancora per la passione con cui conduce la propria attività
    Luigi Vantangoli
    Freebioenergy
    PS
    il prezzo è scritto in fondo alla descrizione di ogni articolo. Quello del Quantum Palma è al momento di 1.500 € ma speriamo di poterlo alzare un po appena sarà più famoso e conosciuto.

    COMMENTO:
    Caro Luigi, il mio scetticismo deriva da esperienze negative riguardo ******************* e affini,sicuramente esiste un’energia naturale che può influenzare il nostro equilibrio migliarando la nostra vita e tutto il creato.I miei dubbi sono prettamente legati all’onestà di chi opera nel campo. Io non sò quanto può costare il suo Quantum palma di spese vive,ma 1500,00 euro non sono pochi (Quello del Quantum Palma è al momento di 1.500 € ma speriamo di poterlo alzare un po appena sarà più famoso e conosciuto.) e dalla sua citazione è destinato ad aumentare. Mi perdoni ma chi si è scottato ha paura anche dell’acqua calda. Mi faccia provare il suo Quantum Palma sul campo e se funziona sarò io a proprorlo ai miei clienti come soluzione.La saluto cordialmente.
    Fine della conversazione per e_mail, e da allora attendo un contatto

    -Caro Sig. Pietro come avrà dedotto io non sono in concorrenza con loro,anzi io volevo e voglio collaborare per salvare le palme con tutti i mezzi che danno risultati e per primo quelli che rispettano l’ambiente, la mia non era una critica ma una costatazione,di fatto il Sig.Luigi o chi per lui, non mi ha ricontattato e non ho MAI parlato di testarlo senza pagarlo!! Adesso finisco con questa polemica che di fatto non salva le palme,cosa che mi stà molto a cuore.
    RINGRAZIO GIULIANOVANEWS PER LO SPAZIO CHE CI HA DEDICATO.SALUTO CORDIALMENTE I SIGNORI GIOVANNI,LUIGI E PIETRO

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi